Novembre 2014

Stai visualizzando l'archivio mensile di Novembre 2014.

ALE – VIK

EMA – SAMAR

ZAMBRO – PAOLO

RIK – JAJO

Arrivano anche gli ultimi due risultati che chiudono la decima giornata del fantapt. E si registra così lo strappo in testa, perchè lo Zambro vince 3-0 contro LaConca, grazie ai gol di Menez,Ibarbo e del solito imprescindibile Tevez e si appiccica così ancora una volta, come una sanguisuga, all’Adpds in cima, ma dietro….dietro, c’è il vuoto….perchè i campioni della GalloGoal perdono terreno inciampando sul trio Vecino,Cuadrado e Higuain che permette alla BocaJajo di passare 3-1 e potersi riportare sotto nelle posizioni che contano. Ricapitolando quindi:

paolo – rik 1-0

zambro – ema 3-0

samar – ale 4-1

jajo – vik 3-1

per una classifica che recita dopo 10 giornate

1. ADPDS pt. 15 (20 gol)

2. RITCHIEBLEED pt. 14 (18)

3. ATL.BOCA JAJO pt. 11 (13)

4. GALLOGOAL pt. 11 (12)

5. LA CONCA pt.9 (12)

6. OTISSì pt.7 (10)

7. AGO TEAM pt.7 (9)

8. POWER RANGERS pt.6 (12)

 

In attesa dei risultati di giornata si sottolinea ancora una volta la grande prova della capolista….il Samar, trascinato da Paul Pogba, domina e distrugge 4-1 la Power Rangers di Ale mantenendo così la testa del campionato. Per Ale giornataccia…infatti pesano le scelte fatte dal Mr ad inizio partita…scelte che hanno lasciato fuori più di un giocatore che poteva essere capace di indirizzare la partita in un altro senso. L’altro risultato ufficiale di giornata è la vittoria dell’Otissì  1-0 contro l’AgoTeam nello scontro tra le cenerentole del campionato. Partita di altro spessore rispetto alla precedente infatti non si sono visti gol e Paolino ha fatto 67 preciso preciso grazie a Roberto Pereyra artefice col suo assist della vittoria biancorossa…e pensare che ad inizio stagione i dirigenti biancorossi erano pronti a cederlo a chiunque ricevendo però solo un “offertina” di 20 mld dall’Adpds…proposta considerata troppo poco a fronte dei 19 che valeva solo di gazzetta…(e meno male ke sia stato così aggiungo io)

Dieci

Dai ke se’ riparte…c’è la decima

SAMAR – ALE

JAJO – VIK

PAOLO – RIK

ZAMBRO – EMA

In attesa di ripartire con il calcio giocato….è tempo di bilanci. Nella giornata di ieri, a tal proposito, la Rosea ha pubblicato un articolo sulle sorprese top e i flop di questo inizio di campionato…in pratica ha messo in piedi l’undici che era da comprare ad inizio anno e quello decisamente da evitare in sede di mercato….beh vediamolo insieme in ottica fantapt qualcuno dei sottocitati era già tesserato da una formazione prima di cominciare ma la maggioranza era sul piatto…..bene diamo allora uno sguardo su quali sono le squadre i cui fantallenatori c’hanno visto lungo e chi invece è stato un pò miope…. Ecco dunque le due squadre, la top sorprese e la flop, che si schierano entrambe con il classico 4-3-3 schema tanto amato dalla rosa:

SQUADRA TOP

karnezis — 6,36 m.v., 5,32 m.m (BOCA JAJO)

de ceglie — 5,71 m.v., 6,86 m.m (RITCHIEBLEED)

romagnoli — 6,33 m.v., 6,83 m.m (POWER RANGERS)

tonelli — 5,72 m.v., 6,56 m.m

avelar — 5,85 m.v., 6,3 m.m  (RITCHIEBLEED)

s. Keita — 6,67 m.v., 7 m.m

ekdal — 6,09 m.v., 7,14 m.m (ADPDS)

honda — 6,18 m.v., 7,95 m.m (ADPDS)

dybala — 6,32 m.v., 7,32 m.m. (LA CONCA)

babacar — 6,2 m.v., 7,3 m.m (POWER RANGERS)

F. djordjevic — 6,23 m.v., 7,82 m.m (GALLO GOAL)

presenza piuttosto omogenea nell’undici delle sorprese delle squadre del fantapt mancano all’appello solo OTISSì e AGOTEAM…pare ke come osservatori perora c’han kapito poco a settembre (a maggior ragione se si vede sotto…)

 

SQUADRA FLOP

mirante — 5,59 m.v., 2,95 m.m

nagatomo — 5,38 m.v., 5,12 m.m (AGOTEAM)

gonzalo rodriguez — 5,6 m.v., 5,05 m.m (GALLOGOAL)

vidic — 5,33 m.v., 5,22 m.m (AGOTEAM)

de sciglio — 5,35 m.v., 5,05 m.m (OTISSì)

el kaddouri — 5,67 m.v., 5,22 m.m (POWER RANGERS)

lodi — 5,33 m.v., 5,39 m.m (POWER RANGERS)

mertens — 5,67 m.v., 5,61 m.m (OTISSì)

palacio — 5,5 m.v., 5,5 m.m (GALLOGOAL)

denis — 5,5 m.v., 5,5 m.m (AGOTEAM)

muriel — 5,81 m.v., 5,94 m.m (OTISSì)

tra i flop è dominio OTISSì e AGOTEAM con 3 giocatori tallonati dalla POWER RANGERS con 2…1 giocatore anche per la GALLOGOAL…bassofondo classifica presente con 8/11 se poi si considera che due degl’undici sono ancora presenti nel listone gazza, gli ultimi tre in campionato hanno una rappresentanza di 8/9 dei flop del campionato

 

infine ecco la formazione regina la top del top….con questa nun si perdeva mai….

TOP DEL TOP (MIGLIORI GIOCATORI IN ASSOLUTO PRIME 11 GIORNATE)

BUFFON – 6,36m.v. – 6,27m.m (ADPDS)

LICHSTEINER – 6,29m.v. – 6,71m.m. (RITCHIEBLEED)

ROMAGNOLI – 6,33m.v. – 6,83m.m (POWER RANGERS)

GASTALDELLO – 6,19m.v. – 6,81m.m. (ADPDS)

DE CEGLIE – 5,91m.v. – 6,86m.m. (RITCHIEBLEED)

HONDA – 6,18m.v.- 7,95m.m (ADPDS)

VIDAL – 6,21m.v.- 7,71m.m (ADPDS)

CANDREVA – 6,5m.v. – 7,36m.m. (LA CONCA)

TEVEZ – 7m.v. – 9,45m.m. (RITCHIEBLEED)

MORATA – 6,83m.v. – 8,67m.m (BOCA JAJO)

CALLEJON – 6,23m.v. – 8,45m.m.  (AGOTEAM)

ergo la formazione ideale conta 4 giocatori ADPDS, 3 RITCHIEBLEED, 1 per POWER RANGERS,LA CONCA,BOCA JAJO e AGOTEAM, neanche uno per GALLOGOAL e OTISSì…. (7/11 sono players dei battistrada del campionato…)

Solitamente non faccio copia incolla di articoli scritti da altri…ma addentrandomi nel mondo inter per leggere del fatto del giorno e cioè del cambio di comando al timone della squadra nerazzurra sono finito su un blogghè di un interista che fa scompisciare dal ridere e che consiglio a tutti soprattutto a rik (che lè pure interista) di andare a farci un giro… il blog si chiama settoreinter.it/, il sito non ufficiale dell’interismo moderno…. di seguito pubblico un articolo meraviglioso che Settore (così si fa chiamare l’autore) ha scritto pochi giorni fa su WM dal titolo “Generatore di risposte di Mazzarri” (datato 3 novembre 2014) fa skiantare….qui sotto il testo ironico che omaggia il tecnico toscano tratto dal sito di Settore

 

Giocare con la difesa a tre. E’ un problema, perchè è il modulo che la squadra conosce di più ma i nuovi innesti non hanno ancora i raggiunto i dovuti automatismi.

Giocare con la difesa a quattro. E’ un problema, perchè è un modulo che adottiamo soltanto sporadicamente e il reparto stenta a raggiungere i dovuti automatismi.

Giocare ogni tre giorni. E’ un problema, perchè non abbiamo respiro.

Giocare ogni sette giorni. E’ un problema, perchè siamo abituati a giocare ogni tre giorni.

La pausa della Nazionale. E’ un problema, perchè si recuperano gli eventuali infortunati ma si perde il ritmo, e poi ho giocatori in giro per mezzo mondo.

Il periodo senza pause per la Nazionale. E’ un problema, perchè a molti giocatori fa bene uno stimolo diverso e non si recuperano gli eventuali infortunati.

Giocare con una sola punta. E’ un problema, perchè si chiede all’attaccante un grande lavoro e serve essere tempestivi negli inserimenti da dietro.

Giocare con due punte. E’ un problema, perchè rinunciamo a qualcosa a centrocampo.

Giocare con tre punte. E’ un problema, perchè ci si sbilancia troppo.

Giocare con quattro punte. E’ un problema, e non solo perchè non ho quattro punte a disposizione.

Giocare con il rifinitore. E’ un problema, perchè rinunciamo a qualcosa dietro.

Giocare senza rifinitore.  E’ un problema, perchè rinunciamo a qualcosa davanti.

Fare tanti gol. E’ un problema, il 7-0 con il Sassuolo ha finito con il condizionarci.

Fare pochi gol. E’ un problema, perchè gli attaccanti si deprimono. Ah sì, beh, è anche oggettivamente più difficile vincere, ma non ne farei una questione specifica.

Arrivare da due vittorie consecutive. E’ un problema, perchè si rischia di perdere la necessaria tensione.

Arrivare da due sconfitte consecutive. E’ un problema, perchè si rischia di venire travolti dalla tensione.

Arrivare da due pareggi consecutivi. E’ un problema, perchè si rischia di non raggiungere la necessaria tensione.

Arrivare da una vittoria e un pareggio / da un pareggio e una sconfitta / da una vittoria e una sconfitta. E’ un problema, perchè i risultati altalentanti non ci danno certezze.

Avere tanti infortunati. E’ un problema, perchè non c’è ricambio e giocando così spesso siamo costretti a spremere diversi giocatori.

Avere pochi infortunati. E’ un problema, perchè al di là del turn over non è facile tenere gli stimoli alti nell’intera rosa.

Restare in inferiorità numerica. E’ un problema, perchè in dieci contro undici è difficile imporre il gioco.

Restare in superiorità numerica. E’ un problema, perchè si rompono gli equilibri in campo e la squadra avversaria, rimasta in dieci, si libera dagli schematismi e di trova nella condizione di moltiplicare le proprie forze.

Avere un rigore contro. E’ un problema, perché è da anni che va avanti così e la squadra ci soffre.

Avere un rigore a favore. E’ un problema, perché non  eravamo abituati a queste situazioni e la squadra ci soffre.

Giocare in casa. E’ un problema, perchè i nostri tifosi sono molto esigenti e in questo momento la squadra – e io stesso – ci sentiamo molto esposti agli umori dello stadio.

Giocare in trasferta. E’ un problema, perchè il clima ostile aumenta la pressione in un momento già negativo.

Giocare in campo neutro. E’ un problema, perchè destabilizza la squadra che non coglie il calore del proprio stadio nè la tensione dello stadio altrui.

Giocare in Europa. E’ un problema, perchè le trasferte sono lunghe e le squadre avversarie sono molto motivate.

Giocare in Italia. E’ un problema, perchè l’Inter è l’Inter e tutti vogliono fare bella figura.

Giocare in Paesi non riconosciuti dall’Onu. E’ un problema, perchè rischi di trovare identità forti che vogliono mettersi in mostra.

Se ti applaudono. E’ un problema, perché poi arrivi impraparato al momento dei fischi.

Se ti fischiano. E’ un problema, perché dal tuo pubblico ti aspetti applausi.

Se ti fischiano all’americana / Se ti applaudono ironicamente. E’ un problema, perché ti distrai nell’interpretare l’umore del pubblico.

Giocare alle 12,30. E’ un problema, perchè è un orario anomalo e si rischia ancora di imbattersi in giornate calde.

Giocare alle 15. E’ un problema, perchè non giochiamo quasi mai alle 15 e rischiamo di trovarci impreparati.

Giocare alle 18. E’ un problema, perchè non è nè troppo presto nè troppo tardi, non sai mai cosa e quando mangiare.

Giocare alle 20,45. E’ un problema, perchè ci guarda un sacco di gente e questa squadra non è ancora preparata a certe pressioni.

Giocare alle 21,05. E’ un problema, perchè non è ancora stata ben chiarita questa cosa dei 5 minuti che rischia di togliere concentrazione ai giocatori più precisi.

Giocare con il caldo. E’ un problema, perchè il dispendio fisico rischia di giocare un brutto scherzo a una squadra come la nostra.

Giocare con il freddo. E’ un problema, perchè la temperatura rigida rischia di giocare un brutto scherzo a una squadra come la nostra.

Giocare nelle mezze stagioni. E’ un problema, vabbe’, questo è noto, la classica situazione che ti frega.

Giocare con le squadre deboli. E’ un problema, perchè la partita con l’inter rappresenta sempre una grande motivazioni per le provinciali.

Giocare con le squadre medie. E’ un problema, perchè non sai mai come prenderle.

Giocare con le squadre forti. E’ un problema, perchè è un problema, diciamolo.

Vincere. E’ un problema, perchè poi ti adagi.

Pareggiare. E’ un problema, perchè è frustrante.

Perdere. E’ un problema, perchè entri in una spirale negativa.

Giocare. E’ un problema.

Va in archivio anche la nona e si pole dì con un nulla di fatto. Il big match tra l’Adpds e la Ritchiebleed finisce infatti in parità 2-2 ma quanta amarezza per lo Zambro che trascinato da Tevez e dall’ex Lichsteiner già assaporava la vetta della classifica…Non aveva fatto i conti però, ahimè per lui, con il ritorno al gol del faraone El Shaarawi che tornato alla rete dopo un anno intero salva il primato alla squadra del Samar. Non c’è allungo e non c’è sorpasso ma il nulla di fatto che si diceva poc’anzi è giustificato anche dagl’altri e cioè dai pareggi tra Vittorio e Paolo (1-1), pari che sta stretto ad entrambe le compagini… e dal festival del gol tra Ale e Jajo (3-3) pari questo invece sul filo del mezzo punto…Beh allora alla fine della giostra l’unico che pole veramente sorridè di gusto è il Rik che batte 2-0 LaConca di Ema (l’unico che rimane al palo stà giornata) sospinta dai gol di Fernando Llorente che lancia la squadra arancioblu alla terza vittoria consecutiva in campionato…

1. ADPDS pt. 13 (16 gol)

2. RITCHIEBLEED pt. 12 (15)

3. GALLOGOAL pt. 11 (11)

4. LA CONCA pt.9 (12)

5. ATL.BOCA JAJO pt.9 (10)

6. AGO TEAM pt.7 (9)

7. POWER RANGERS pt.6 (11)

8. OTISSì pt.5 (9)

 

 

Nona giornata che ci regala, proprio prima della pausa per la nazionale, lo scontro diretto tra la capolista l’ADPDS e la sua diretta inseguitrice la RITCHIEBLEED. Chi guiderà il gruppo al termine di questo scontro e gongolare così per due settimane guardando tutti dall’alto in basso….a Samar vanno bene 2 risultati su 3 ma se lo Zambro facesse il colpo…

ale – jajo

samar – zambro

vik – paolo

rik – ema

 

1. ADPDS pt. 12 (14 gol)

2. RITCHIEBLEED pt. 11 (13)

3. GALLOGOAL pt. 10 (10)

4. LA CONCA pt.9 (12)

5. ATL.BOCA JAJO pt.8 (7)

6. POWER RANGERS pt.5 (8)

7. AGO TEAM pt.5 (7)

8. OTISSì pt.4 (8)

« Precedenti