Gennaio 2006

Stai visualizzando l'archivio mensile di Gennaio 2006.

Forse non tutti sanno che….


- Se tu urlassi per 8 anni, 7 mesi e 6 giorni, produrresti abbastanza energia sonora per riscaldare una tazza di caffe’. (Non mi sembra che ne valga la pena)

- Se tu producessi costantemente flatulenze per 6 anni e 9 mesi, il gas risultante fornirebbe energia equivalente a quella di una bomba atomica. (Questo potrebbe avere piu’ senso)

- L’orgasmo di un maiale dura 30 minuti. (Nella mia prossima vita voglio essere un maiale…ma come hanno fatto a scoprirlo, e PERCHE’?)

- Per sbattere la tua testa contro un muro sono necessarie 150 calorie all’ora. (Non riesco a lasciar perdere quella cosa dei maiali)

- Umani e delfini sono le uniche specie che fanno sesso per piacere. (E’ per questo che Flipper sorride sempre?…e i maiali hanno orgasmi di mezz’ora? Non mi sembra giusto)

- Chi usa la mano destra vive, in media, nove anni piu’ a lungo dei mancini. (Se sei ambidestro che ne fai una media?)

- Una formica puo’ sollevare 50 volte il suo peso, puo’ trascinare 30 volte il suo peso e cade sempre alla sua destra se intossicata. (Ma i contribuenti pagano le tasse per sovvenzionare questo tipo di ricerche?)

- Gli orsi polari sono mancini. (E chi lo sa? E come lo hanno capito? E soprattutto chi se ne frega? )

- Un pesce gatto ha piu’ di 27.000 papille gustative. (Ma cosa ci sara’ di cosi’ saporito sul fondo di uno stagno?)

- Una pulce puo’ saltare una distanza pari a 350 volte la lunghezza del suo corpo. E’ come se un uomo potesse saltare da un capo all’altro di un campo di calcio. (mezz’ora… ma ti rendi conto?? E perche’ proprio i maiali?)

- Uno scarafaggio decapitato sopravvive nove giorni prima di morire. (Che schifo)

- Il maschio della mantide religiosa non puo’ accoppiarsi finche’ la sua testa e’ attaccata al corpo. La femmina da’ inizio all’accoppiamento decapitando il maschio. (Tesoro, sono a casa. Metti la testa sul ceppo che stasera ho voglia…)

- Alcuni leoni si accoppiano piu’ di 50 volte al giorno. (Nella mia prossima vita voglio comunque essere un maiale…qualita’, non quantita’)

- Le farfalle sentono i sapori con i piedi. (no comment)

- L’occhio dello struzzo e’ piu’ grande del suo cervello. (Conosco persone cosi’)

- Le stelle marine non hanno cervello. (Conosco anche persone cosi’)

E quindi.. in conclusione.. maledetti maiali!

Nuove scoperte: Sapevate che…

-E’ impossibile leccarvi il gomito

-Un coccodrillo non può tirare fuori la lingua

-Il cuore di un gamberetto è nella testa

-In uno studio effettuato su circa 200.000 struzzi, durato più di 80 anni, non si è mai visto uno struzzo mettere la testa nella sabbia.

-I porci non possono fisicamente guardare il cielo

-Piu del 50% delle persone, in tutto il mondo, non hanno mai fatto o ricevuto telefonate.

-I ratti e i cavalli non possono vomitare

-Se starnutite troppo forte, potreste rompervi una costola

-Se tentate di trattenere uno starnuto, potrete causarvi la rottura di una vena nel cervello o nella nuca, e potreste morire

-Se, contro natura, tenete gli occhi aperti mentre starnutite, potrebbero uscirvi dalle orbite.

-I ratti si moltiplicano così rapidamente che, in soli 18 mesi, una coppia può avere più di 1 milione di discendenti

-L’accendino è stato inventato prima dei fiammiferi

-Il 35% delle persone che usano annunci personali nei giornali, per trovare un compagno o compagna, sono sposati.

-Nel mondo, il 23% dei problemi alle macchine fotocopiatrici sono causate da persone che si siedono sull’apparecchio per fotocopiarsi il sedere.

-Nella durata media di una vita, una persona che dorme ingoierà 10 ragni e 70 insetti.

-La maggior parte dei rossetti contiene delle lische di pesce

-Come le impronte digitali, l’impronta della lingua è diversa per ogni uomo.

Il 75% delle persone che leggono queste notizie hanno provato a leccare il proprio gomito! E tu di certo avrai provveduto a mantenere alta questa percentuale.

Tags: , ,


Il Pupone si conferma vero capitano e porta alla vittoria la squadra del dottor Stignani, grande festeggiamenti da Pistoia al Valdarno.
Al momento non abbiamo commenti o comunicazioni ufficiali, ma siamo comunque in attesa di un comunicato PANSA.
Nella finalina per il terzo e quarto posto ha la meglio la Power Rangers grazie alla “tripla” di Trezeguet.
In quella per il quinto e il sesto dovrebbe aver avuto la meglio l’Ac Picchia; mentre nella finale più importante ,quella per il settimo ed ottavo posto, l’Ago Team ha fatto “la magia” ed ha perso con la RuiBati(cmq devo ancora fare i conti…)
Attendo i risultati ufficiali dai partecipanti.

Nella foto: Stigna, il mister della Otissì, la sua squadra quest’anno è sempre stata in alto, ed in alto, si sa, fa freddo….che cazzata….

Tags: , , , , ,

Barrage: la finale è Adpds-Otissì


28-Gennaio, sabato primo pomeriggio, scrivo, ma non so bene che scrivere…dovrei fare il famoso articolo per Ema, ma non sono ispirato…d’altronde non si può scrivere a comando, non si può far quasi niente a comando, ma che sto a di’?Boh ai don sach…ieri sera la Technogomma ha perso, male, male, malissimo, malisssimissimo, super male…ora andare ai play-off sarà un gran casino, si è infortunato anche il portiere…e martedì sfida contro i Rikish, i capoclassifica…’annamo bbene…ma oggi c’è il fantacalcio, e mentre siamo alla ricerca di un giorno utile in cui fare il mercato, ecco sopraggiungere la finale di coppa fra Adpds e Otissì, chi vincerà?Lunedì gioirà Paolo insieme a Er Pupone, o Samar insieme a Ibrahimoviz(bello dire Ibrahimoviz…)Basta, non ho più voglia di scrivere, perchè nel frattempo m’ha telefonato lo Stigna e ho perso il filo…ciaooooooooooooooooo!
Siamo arrivati al barrage finale, ecco le partite:

A.d.p.d.s-Otissì 1°/2° posto
Avvinazzati-Power Rangers 3°/4°
La Conca-A.C. Picchia 5°/6°
Ago Team-RuiBati 7°/8°

Tags: , , ,

Ma Vaffanculo! ! ! ! !


27-GENNAIO.Giornata di merda, ho mal di gola e ho forato una gomma alla macchina e non posso giocare a calcetto perchè devo lavorare…uffa!
Il 27 Gennaio è anche la “Giornata della Memoria”, il giorno in cui si ricorda lo Shoah, il massacro degli ebrei.
Complimenti vivissimi a chi a ancora oggi parla bene di Mussolini e di Berlusconi…a proposito, le loro madri si chiamavano entrambe Rosa…

SE ROSA COLTA DA IMPROVVISA LUCE

LA SERA IN CUI FU CONCEPITO IL DUCE

AVVESSE APPORTO ALLA FABBRO PREDAPPIANO

INVECE DELLA VULVA, IL DERETANO

L?AVREBBE PRESO IN CULO QUELLA SERA

LA ROSA SOLA, E NON L?ITALIA INTERA.

Tags:

OGGI PARLIAMO UN PO? DELLA TECHNOGOMMA


Amici ed amiche, da giorni, vi starete chiedendo che fine abbia fatto la compagine Technogomma.
Ecco soddisfatta la vostra curiosità; la compagine rosanero, dopo aver chiuso in bellezza il 2005, battendo l?FC De Coubertin, ha aperto allo stesso modo il 2006, battendo con un secco 5-1 il Chianti Fc.Partita subito in salita per il Team di presidente Magrini, Camio si fa scappar via un capellone alquanto brutto e il Chianti va in vantaggio; la Technogomma non si scompone e bomber Nicco prima pareggia, subito dopo raddoppia e dopo triplica(adesso sono 27 i suoi gol all?attivo).
Poi è il Magro a mettere il quarto sigillo(e siamo a sette in totale), a questo punto la partita sembra finita ma manca ancora qualcosa?.Camio, il bomber tascabile, dopo essersi visto annullare un gol regolarissimo e negare un rigore solare, riesce a segnare il gol del 5-1 finale (e siamo a 4 gol in totale, Pofferi la cena!!!).
Ma chi di 5-1 gioisce di 5-1 patisce?e venerdì la Techogomma orfana di mister Bibo(nella foto) ha preso 5 schiaffi nell?incontro di Coppa di Lega, per i rosanero a segno il solito Nicco.

Tags: , , ,


Seconda vittoria in quattro giorni per gli arancioblu, questa volta a cadere è l’ADPDS, squadra diretta concorrente per il sesto posto(è tutto dire, l’anno passato si lottava per il campionato…).Grande prova collettiva; ottimo ritorno fra i pali di Pirulone Pellizzoli, grandissima prova con gol del narcotrafficante colombiano Ivan Ramiro Cordoba, bel gol di Totò Di Natale ma soprattutto prestazione superlativa di Cristian Brocchi, ottimo calciatore(come aveva fatto vedere a Verona) ma che negli anni si era perso nelle vita notturna milanese….. a Firenze è rinato, l’Ago Team punta su di lui.
Per quanto riguarda le altre partite nette vittorie di Avvinazzati ed Otissì su La Conca e Power Ranger, il campionato sembrano giocarselo loro due, sembra di esser tornati indietro nel tempo…finirà tutto in un duello DE LUCIA – PIRLO? Chissà….
L’ AC Picchia è alla ricerca della formazione della RuiBati, la troverà?

Classifica:

PAOLO 20/19
MIKE 18
ALE 17
EMA 17
FAUSTO 13 per ora non ho messo i punti
SAMAR 11/12
RIK 10
MASSI 4 per ora non ho messo i punti

Tags: , ,


Siamo alla fine del girone di andata, i campioni dell’Ago Team difficilmente(beh, difficimente mi sembra un po’ troppo speranzoso, ma lo tengo…)riusciranno a bissare il risultato dell’anno di grazia 2005; chi sarà allora il campione d’inverno, che altro non è che l’anticamera della vittoria finale?
Indicazioni importanti ci saranno date dalla scontro al vertice fra Power-Rangers e Otissì, come andrà a finire?Secondo me sarà una bella X…
Partita importante anche quella fra Avvinazzati e La Conca, chi vince farà un bel passo in avanti, chi perde vedrà scemare le proprie sciànz(vi garba come l’ho scritto?) di scudetto…
Ac Picchia deve vincere con la RuiBati, sennò verrà risucchiata nell’inferno fantacalcistico delle retrovie…
Inferno nel quale si trovano Adpds e Ago Team, se gli arancioblu non vincono….se non vincono….Cazzzi duri…come dice il capo, ma questa è un’altra storia.Scusate pe i molti errori, ma ho tirato giù questo articolo in quattro minuti circa…ecco le partite ne dettaglio e Buon Week-End!

Rui-Bati – A.C.Picchia
A.D.P.D.S. – Ago Team
Avvinazzati – La Conca L.P.
Power Ranger – Otissì F.C.

Tags: , , , , , ,


Voglio proporre una cosa….una volta letta fate copia e incolla in modo da dare risalto alla notizia ma soprattutto un modo per ricordare un povero ragazzo e una famiglia dove 4 mesi dopo la sua morte non sa ancora la verità dei fatti…
FATE COPIA E INCOLLA E DIVULGATE ANCHE SUI VOSTRI BLOG..

Un diciottenne muore a Ferrara pochi minuti dopo essere stato fermato dalla polizia dalle parti dell?Ippodromo. I giornali locali, a caldo, scrivono di un malore fatale, sembrano alludere a un?overdose. Ma subito saltano fuori particolari inquietanti e contraddizioni. La versione suggerita dalla questura fa a pugni con la relazione di servizio della squadra mobile. E chiunque vedrà il corpo del giovane non riuscirà più a credere a una sola parola della versione ufficiale.
Quello che stiamo per raccontare è successo all?alba del 25 settembre.
Una domenica mattina. Ma la vicenda ha oltrepassato da pochissimi giorni le mura della città. Da quando la madre del ragazzo, dopo mesi di inutile attesa della relazione medica, ha deciso di aprire un blog e raccontare i propri dubbi.
Federico Aldrovandi aveva 18 anni, li aveva compiuti il 17 luglio. Viveva a Ferrara, periferia sud, zona di Via Bologna, avrebbe preso la patente la settimana successiva, studiava da perito elettrotecnico, suonava il clarinetto, faceva karate, era un mezzo campione vincitore di molte coppe, bravo in matematica e meno in inglese, impegnato in progetto con Asl e scuola per la prevenzione delle tossicodipendenze. Era un salutista, leggeva le etichette di quello che mangiava. E il sabato sera, con gli amici, andava spesso a Bologna: è lì che ci sono locali, concerti, centri sociali.
Così era successo anche quella volta. Erano stati al Link, il concerto reggae era saltato ma la serata era filata via tranquilla.
E? vero, Federico aveva preso qualcosa: nel suo sangue sono state trovate tracce di oppiacei e chetamina, poca roba, però.
Nulla che giustificasse un?overdose o un comportamento aggressivo. E poi lui non era proprio un tipo aggressivo. La madre, gli amici, il parroco del quartiere, nessuno lo descrive come è stato descritto dalle veline di Via Ercole I D?Este, dove sta la polizia, e dalle dichiarazioni alla stampa. Erano appena passate le 5 quando il gruppo, tornato a Ferrara, si separa da Federico che decide di fare l?ultimo tratto a piedi, per rilassarsi, è ancora estate, si cammina volentieri. Andrea, Michi, ?Burro? e gli altri non lo avrebbero rivisto più.
A questo punto comincia la versione della polizia. Il ?contatto? avviene alle 5.47. Una volante sarebbe stata avvertita da una donna abitante in Via Ippodromo, preoccupata dalla presenza di un ragazzo che, forse, camminava in modo strano, forse cantando. Magari farneticava pure, come diranno gli agenti che dicono di averlo fermato e qualche minuto dopo, alle 6.10, avrebbero chiamato il 118.
Otto minuti dopo l?ambulanza lo trova già morto, a terra, con le manette ai polsi, a un passo dal cancello del galoppatoio. Non ci sono i margini per la rianimazione. Qualcosa o qualcuno ha causato l?arresto respiratorio che poi ha bloccato per sempre il cuore del ragazzo che camminava da solo, disarmato, che era incensurato, non stava compiendo alcun reato quella mattina e non aveva mai fatto male a nessuno.
La strada verrà bloccata per più di cinque ore. Nel quartiere si sparge la voce che è morto un albanese, oppure un drogato. O un drogato albanese.
A casa di Federico, alle 8 ci si accorge che il letto è vuoto. Il cellulare squilla invano quando sul display si illumina la parola ?mamma?. Pochi minuti dopo, quando è il padre a chiamare (ma sul telefonino è memorizzato col nome, Lino), una voce imperiosa intima di qualificarsi e spiega che stanno facendo accertamenti su un cellulare “trovato per strada”. Solo verso le 11 si presenta una pattuglia a casa Aldrovandi e annuncia il fatto con poche, pochissime, parole. Lo zio paterno, Franco, 42 anni, infermiere, parte per l?obitorio. In macchina gli spiegano: “Ha preso qualcosa che gli ha fatto male”. Ma il viso sfigurato, il sangue alla bocca e un?ecchimosi all?occhio destro fanno venire troppi dubbi. Poi si saprà di due ferite lacero-contuse dietro la testa, dello scroto schiacciato e di due petecchie ? due lividi da compressione ? sul collo. “Era una furia”, ripetono gli agenti e i funzionari accennando a un comportamento autolesionistico del ragazzo. Dicono che avrebbe sbattuto la testa al muro ma non si troveranno mai tracce di cemento sul viso, né di sangue sui muri vicini. Lo zio e gli amici le cercheranno per giorni intorno alla pozza di sangue davanti all?ippodromo dove ?Burro? lascia una poesia dedicata all?amico ma la polizia, così dicono i vicini di casa, gliela farà sparire pochi minuti dopo. Dicono anche, in questura, che sarebbe stato abbandonato dai suoi amici che, invece, respingono decisamente l?accusa. La felpa e il giubbino di quella sera, restituiti alla famiglia, sono intrisi di sangue. Il mattinale domenicale della questura spara subito la tesi del ?malore fatale?. Le indagini partono dal medico di famiglia a cui verranno chieste notizie sul ?drogato?, lo stesso si cercherà di fare con i compagni di Federico, convocati dalla narcotici e dalla mobile e torchiati con domande da film di serie B: “Lo sappiamo che siete tutti drogati, diteci dove comprate la roba”. Anche a loro la solita versione: Federico sarebbe stato trovato su una panchina, ucciso da uno “schioppone”, ossia da un malore. Ma il giorno dopo un giornale azzarda dei dubbi. La questura riesce a far calare il silenzio, chiede (e ottiene) di pubblicare sotto gli articoli sulla vicenda la storia di una maga condannata per calunnia alla polizia. E, stranamente, le indagini d?ufficio vengono assegnate dal pm proprio alla polizia. Vengono convocati i genitori, senza avvocato, per sentirsi ripetere la versione dell?overdose, della gioventù bruciata ecc… Il procuratore capo dirà perentorio che la morte non è stata causata dalle percosse anticipando l?esito di una autopsia, allora appena disposta, e non ancora resa nota. Anzi, per la quale è stata chiesta un?ennesima proroga.
La perizia tossicologica, però, smentisce la polizia. Dovrà essere l?autopsia a chiarire le circostanze. Il rapporto delle volanti svela che quattro agenti sono dovuti ricorrere alle cure del pronto soccorso: due sono usciti con una prognosi di sette giorni, gli altri addirittura di 20. Ma nessuno s?è fatto ricoverare. E? forse il primo caso nella storia della ps, di poliziotti aggrediti che non lo sbandierano ai quattro venti. Perché? Perché non ammettere la colluttazione? Federico si sarebbe difeso o ha aggredito? Perché usare le manette quando esistono procedure precise per sedare persone con funzioni respiratorie compromesse dall?uso di sostanze? Ci sono pure manganelli in questa storia. Uno addirittura s?è rotto quella mattina, probabilmente sulla schiena, sulle gambe e sul viso del ragazzo. I segni fanno pensare che fosse impugnato al rovescio. Il sangue sul vialetto e sui vestiti fa pensare che le botte sarebbero iniziate a piovere prima del luogo della morte. Forse lo inseguivano, forse urlava mentre fuggiva. Forse è per questo che sono stati chiamati i rinforzi: un?altra volante e una gazzella. “E? una calunnia inopportuna e gratuita. Non è neppure ipotizzabile che sia morto per le percosse ? dice ancora a ?Liberazione? Elio Graziano, questore di Ferrara ? è stata una disgrazia, una vicenda penosissima, era in stato di esagitazione. Quando i ?nostri? lo fermarono morì, ritengo per gli effetti delle sostanze. E poi ci sono i testimoni?”. Già, i testimoni: quelli che si sentono in giro sono resoconti vaghi ed evasivi di persone che avrebbero sentito solo urla e sgommate. Ma Ferrara è una città piccola, tutti sanno tutto. Qualcuno ha visto Federico immobilizzato, a terra, col ginocchio di un agente puntato sulla schiena e un manganello sotto la gola mentre l?altra mano del tutore dell?ordine gli tirava i capelli. Il ragazzo sussultava, faceva salti di mezzo metro. A fianco a lui, una poliziotta si sarebbe vantata: “L?ho tirato giù io, ?sto stronzo!”. Così avrebbe riferito un testimone, ragazzo sveglio e vivace, si dice, probabilmente immigrato, ma stranamente sparito di fretta dalla città. Anche sua madre ha visto tutto e non solo lei. Gli Aldrovandi sperano che il clamore della notizia su questo e altri giornali faccia tornare la memoria a qualcuno.
Nei corridoi della questura, la vicenda viene minimizzata ma il blog della signora Patrizia sta seminando preoccupazione e nervosismo. Si lascia trapelare a mezza voce che il ragazzo fosse un tossico e la sua una famiglia “problematica” seguita da un “prete di frontiera”. Pare che anche un carabiniere della gazzella abbia esclamato alla vista del corpo: “Ecco il solito coglione di don Bedin!”.
Domenico Bedin è il parroco di S. Agostino, prete coraggioso, fondatore di un?associazione che aiuta poveri (italiani e no), tossicodipendenti, giovani, migranti con o senza carte. La foto di Federico è infilata nella cornice dello specchio nel suo ingresso della canonica. Conosce gli Aldrovandi e i loro amici, “gente normalissima ? conferma ? e il ragazzo aveva un buon carattere e non era un tossico”.
La città. “La città non ha reagito – continua don Bedin – non ha mostrato rabbia, né passione. Per i giovani è difficile trovare stimoli, sentirsi coinvolti in un progetto. Si vive una specie di attesa degli eventi, c?è chi viene a chiedermi informazioni ma sottovoce. La Bossi-Fini, che produce clandestinità, ha aumentato la tensione tra chi vive per strada. Lo hanno ammesso gli stessi carabinieri nel loro rapporto di fine d?anno”. Il capo della mobile si vanta sulla stampa dell?aumento degli arresti ma “la città è sostanzialmente tranquilla – spiega Riccardo Venturi, uno dei legali della famiglia – ma l?ossessione sicuritaria viene follemente pompata, si scimmiotta Bologna con il terrore degli extracomunitari. Ma siamo una città dormitorio, senza fabbriche ma anche senza baraccopoli, una città che vive di se stessa”. Una città che deve capire perché così tanta violenza e tante bugie contro il ragazzo che non aveva mai fatto male a nessuno. La famiglia, sua madre è impiegata al comune, suo padre è ispettore della polizia municipale, chiede solo di conoscere la verità e “che la sappiano tutti, senza fango su Federico”. Rifondazione comunista, in città e in parlamento annuncia la presentazione di interrogazioni urgenti a firma della deputata Titti De Simone e della consigliera Irene Bregola. Sulle tv private il questore insiste: “L?intervento degli operatori è avvenuto al solo scopo di impedire al giovane di continuare a farsi del male”. Missione fallita.

PS:
Scrivo qui di seguito il nome del blog aperto dai genitori del povero Federico…www.federicoaldrovandi.blog.kataweb.it/federico_aldrovandi/

andate sul blog della madre

l’indirizzo è:
Mamma di Federico

leggete anche gli articoli
estense.com

emilianet

e altri e altri ancora li troverete in rete

Tags: , , , , ,

Sorpresa: Ago Team – Avvinazzati 1-0


Incredibile, l’Ago Team riesce a vincere la prima partita della stagione contro un avversario che non sia Massi(RuiBati)…il risultato è 1-0 (67,5 a 59,5)contro un’Avvinazzati in 10; Vucinic ha sbagliato un rigore, ma questa volta, stranamente, la squadra regge.Ema(La Conca) torna ai vecchi fasti vincendo per 4-0.Ale(Power Ranger) dovrebbe aver vinto 2-1, ma deve confermare il risultato, mentre Stigna(Otissì) raggiunge la vetta solitaria trionfando con Massi(RuiBati).Appena potete mettete i risultati mancanti, almeno si elabora una classifica definitiva.Ecco i risultati:

A.C.Picchia – Power Ranger 1-2(da confermare)
Ago Team – Avvinazzati 1-0
La Conca L.P. – A.D.P.D.S. 4-0
Otissì F.C. – Rui-Bati ?-?<
center/>

Classifica:

PAOLO 18/17 (22/20) gol non aggiornati
ALE 17 (26)
EMA 17 (26)
MIKE 16 (18)
FAUSTO 13 (18)
SAMAR 11/12 (14)
RIK 8 (13)
MASSI 4 (3
) gol non aggiornati

Nella foto: Eu..Genio Corini, l’unico acquisto “buono” dell’anno

Tags: , ,


Nell’indifferenza quasi generale si è svolto l’ultimo turno di coppa; i vincitori dei gironi sono lo Stigna e Samar, loro due si contenderanno la vittoria finale, solo terza nel proprio girone la vincitrice della passata edizione, La Conca.L’Ago Team, come ben saprete, fa sempre più caà….Ecco i risultati e la classifica(per merito di Ale)

GIRONE A:
mike-ema 2-1
rik-samar 2-4
CLASSIFICA FINALE:
samar 8 (12)
mike 7 (12)
ema 6 (7)
rik 3 (8)

GIRONE B:
ale-fausto 1-0
paolo-massi 1-0
CLASSIFICA FINALE:
paolo 10 (11)
ale 6 (5)
fausto 5 (9)
massi 3 (4)

Visto che domani sarò tutto il giorno superincasinato, pubblico già da ora le partite, voi cercate ogni tanto, dico ogni tanto di mettere un risultato..
A.C.Picchia – Power Ranger
Ago Team – Avvinazzati
La Conca L.P. – A.D.P.D.S.
Otissì F.C. – Rui-Bati

Tags: , , ,

« Precedenti